Cronologia del Patriarcato di Antiochia

Cronologia del Patriarcato prima delle divisioni

Cronologia del Patriarcato Calcedonese

Cronologia del Patriarcato non Calcedonese

Cronologia del Patriarcato calcedonese e cronotassi dei Patriarchi

 

Domno III  546 - 561

553 V Concilio Ecumenico , a Costantinopoli. Va a vuoto il tentativo di riconciliazione con i "monofisiti".

Anastasio I il Sinaita  561 - 571

Gregorio I 571 – 594

II se si considera Gregorio I (340-341.

575 Il Patriarca  non calcedonese Paolo II, detto il Nero, ripassa ai calcedonesi.

581 i non calcedonesi riiniziano una loro linea patriarcale con Pietro III di Raqqa.

Anastasio I il Sinaita  (2° fase) (593 - 599)
Anastasio II  599 - 610

Gregorio II  610 – 620

III se si considera Gregorio I (340-341.

Anastasio III  620 - 628

622 In Arabia sopravviene  un avvenimento (l'Egira di Maometto) foriero di importanti ripercussioni anche sul Cristianesimo. Inizia la controversia sul Monotelitismo: condannato al 6° Concilio Ecumenico di Costantinopoli. I Maroniti ,secondo alcuni, avrebbero aderito a tale dottrina ,cosa da essi  negata.

Macedonio  628 - 640

634 Il califfo Omar I conquista Siria,Persia,Egitto.

638 L'imperatore Eraclio   sposa (nel suo Ekthesis) la dottrina simil-monotelita espressa da Papa Onorio in una lettera a Sergio di Costantinopoli esponendola come la dottrina ufficiale della Chiesa. La posizione di Onorio verrà condannata dal Concilio . Antiochia cade sotto gli invasori arabi. Percepiti come alleati del nemico Bizantino, i greci locali vengono perseguitati e  il trono patriarcale resterà spesso vacante o occupato da un Patriarca non stabilmente residente durante il 7° e prima  metà dell' 8° secolo.

Giorgio I   640 - 656

Macario I 656 - 681

681 VI Concilio Ecumenico, III a Costantinopoli .Condanna del monotelitismo.Viene deposto,e imprigionato a Roma, Macario, che aveva abbracciato il Monotelitismo.

Teofane   681 – 687

684 I Maroniti diventano indipendenti in seguito alla sconfitta inflitta da Giovanni Maron (primo Patriarca maronita di Antiochia , 685-707) ai  Bizantini.

Sebastiano 687 - 690
Giorgio II  690 - 695
Alessandro II  695 - 702

702 – 742 La sede resta vacante

730 Leone III l'Isaurico (717-741)), col beneplacito di un concilio di vescovi e senatori, promulga un editto che richiede la rimozione di tutte le icone dalle chiese. Il patriarca di Costantinopoli viene deposto e sostituito dall’ iconoclasta Anastasio. Il patriarchi di Roma, Alessandria, Antiochia e Gerusalemme si dichiararono apertamente in favore delle icone.

Stefano IV   742 – 748

Teofilatto  748 – 767

754-75 Al-Mansur raddoppia il tributo dovuto dai Cristiani. Persecuzioni anticristiane

Teodoro I  767 - 797

787 VII Concilio Ecumenico, II a Nicaea. Il consiglio condannò gli iconoclasti e l’Adozionismo. In questi anni si ha un’importante espansione melchita in Persia (dove già dal secolo precedente è attivo il Catholicosato antiocheno d’Irenopolis con sede a Baghdad, che verrà meno nel XII secolo) , Asia centrale e fino in Cina tra gli Alani (Catolicosato di Romagyris con sede prima a Taschent poi a Nichapur).

Giovanni  IV 797 – 810
Giobbe  I  810 - 826
Nicola I 826 - 834
Simeone I  834 - 840
Elia  I 840 - 852
Teodosio I   852 - 860
Nicola II  860 - 879
Michele I  879 - 890
Zaccaria  890 - 902

Giorgio  III  902 - 917

Giobbe   II  917 - 939
Eustrasio 939 - 960

Cristoforo I 960 – 966

960 I Bizantini riconquistano Antiochia. Inizia la graduale bizantinazzazione della liturgia che viene completata entro il XII secolo.

Teodoro II  966 - 977
Agapio  977 - 995
Giovanni V 995 - 1000

Nicola III  1000 - 1003

Elia II  1003 – 1010

1004 persecuzione Fatimide in Siria meridionale e Palestina.

Giorgio IV Lascaris  1010 - 1015

Macario II il Virtuoso  1015 - 1023
Eleuterio   1023 - 1028
Pietro III  1028 - 1051

Giovanni VI, detto anche  Dionisio  1051 – 1062

1054 Lo scisma tra Est e Ovest diviene definitivo. Legati papali scomunicano il Patriarca di Costantinopoli che a sua volta scomunica i legati. Nessuna presa di posizione formale si ha ad Antiochia che però difatti è allineata alle posizioni di Costantinopoli.

Emiliano  1062 - 1075
Teodosio II  1075 - 1084

Niceforo  1084 - 1090

1085 I Bizantini perdono Antiochia che viene conquistata dai Selgiuchidi.

A seguito alle Crociate viene creato  un Patriarcato Latino mentre il Patriarca Ortodosso è spesso costretto all’esilio a Costantinopoli.

Giovanni VII  l’Ossita 1090 – 1155                           

1095-1291 10 crociate, la prima bandita da Papa Urbano II . Nella sfera religiosa, le azioni dei Crociati ebbero l'effetto di aumentare l'alienazione dell'Est dall'Ovest.

1098 I Crociati prendono Antiochia e creano, accanto al Patriarcato Ortodosso, un Patriarcato latino. Primo di questi è il Patriarca Pietro I di Narbona (1098-1100).

1100 Il Principe Boemondo esautora Giovanni che ripara in esilio a Costantinopoli e stabilisce il solo  Patriarcato Latino di Antiochia.A Pietro I succede Bernardo di Valenza (1100-1135).

1108 Il trattato di Devol ,in base al quale viene formalmente restaurato il Patriarcato Ortodosso, non ha difatti seguito.

1139  Il Patriarca Ralf di Domfrort (1135-39)  viene deposto sia perchè aspira a creare un Patriarcato Latino indipendente da Roma sia per i suoi metodi crudeli di governo .A lui succede Aimerio di Limoges (1139-1193).

Giovanni IX  1155 - 1159

Non so perché riportato IX, in realtà VIII

Eutimio I 1159 - 1164 
Macario III 1164 - 1166
Atanasio I  1166 - 1180
Teodosio III  1180 - 1182
Elia III  1182 - 1184
Cristoforo II  1184 - 1185

Teodoro IV Balsamo  1185 – 1199

1193 Diventa Patriarca latino Ralf II (1193-96) .Ormai il Patriarca Ortodosso non riesce più neanche saltuariamente a mantenere le proprie funzioni nella città ed è costretto all’ esilio a  Costantinopoli.

1196 A Ralf II succede Pietro II di Angouleme (1196-1208) .

Joachim I 1199 – 1219

1209 A Pietro II succede Pietro III di Locedio.

Doroteo I 1219 – 1245

Il Patriarca Doroteo (370-371) non viene solitamente considerato nella numerazione dei Patriarchi con questo nome.

1217 Alla morte di Pietro III la sede patriarcale latina resta vacante fino al

1226 Diventa Patriarca latino Alberto Rezzato (1226-45).

Simeone II  1245 - 1268

1247 Diventa Patriarca latino Obizo Fieschi (1247-1292) che alcuni anni dopo ,in seguito alla conquista mamelucca della città, dovrà lasciare la città. Patriarchi latini titolari continueranno ad essere creati fino al 1964 quando il titolo verrà abolito.

 1250 I Mamelucchi conquistano Antiochia.Inizia un difficile periodo di vessazioni nei confronti dei Cristiani della regione. E’ in questo periodo che la regione diviene gradualmente a maggioranza islamica.

Eutimio II  1268 - 1269

Teodosio IV 1269 – 1276

Il  Patriarca ortodosso ritorna ad Antiochia.

1274 Primo tentativo di riconciliazione tra Est e Ovest. Al concilio di Lione, i rappresentanti Ortodossi -sotto pressione dell’imperatore Michele VIII che cerca l’aiuto occidentale contro i Turchi- accettano la supremazia papale e l’aggiunta del filioque al Credo. Tali decisioni furono in realtà rifiutate dalla maggioranza del clero e del laicato Ortodosso , e fu ripudiato dal successore di Michele.

Teodosio V  1276 - 1285

Arsenio  1285 – 1293

1291 I Crociati perdono il controllo di Acri, loro ultimo bastione in Palestina.

Dionisio  1293 - 1308
Marco I  1308 - 1342

Ignazio II  1342 – 1386

1342 Un terremoto distrugge la città. La sede del Patriarca  si trasferisce  a Damasco.

1367 Viene definitivamente meno il  Catolicosato di Romagyris il cui titolo passa al Catholicos di Georgia.

Pacomio I  1386 - 1393

Nilo  1393 - 1401

Michele III 1401 – 1410

Non so perchè riportato III ,in realtà II

Pacomio II  1410 - 1411
Joachim II  1411 - 1426

Marco III (1426 - 1436)

Non so perchè riportato III ,in realtà II

1431-45: Concilio ecumenico di Firenze (anche detto Basilea-Ferrara-Firenze).  Unione con molte Chiese Orientali ,voluta dall'imperatore bizantino Giovanni VIII che cerca aiuti occidentali contro i Turchi,che presto andrà però a vuoto.Viene definita il concetto latino di purgatorio ( che rispetto a quello ortodosso presenta connotati punitivi).

Doroteo II (1436 - 1454)

Michele IV  1454 – 1476

Non so perchè riportato IV ,in realtà III

Marco V  1476

Non so perchè riportato V ,in realtà IV

Joachim III  1476 - 1483

Gregorio III  1483 - 1497

IV se si considera Gregorio I (340-341.

Doroteo III  1497 - 1523

1516 gli Ottomani succedono ai Mamelucchi. Il Patriarca di Costantinopoli diviene la guida cristiana nelle regioni sottoposte al dominio ottomano.Inizia la totale ellenizzazione del Patriarcato di Antiochia (come pure di quello di Gerusalemme e di Alessandria) che però continua a mantenere la possibilità di scegliere il Patriarca tra il clero locale.

Michele V  1523 – 1541

Non so perchè riportato V ,in realtà IV.

1534 I Patriarcati di Alessandria e di Gerusalemme vengono totalmente ellenizzati. Il clero di Antiochia riesce a preservare una discreta autonomia e continuerà per qualche tempo a scegliere i propri Patriarchi.

Doroteo IV  1541 - 1543
Joachim IV Ibn Juma 1543 - 1576

Michele VI Sabbagh  1577 – 1581

Non so perchè riportato VI ,in realtà V

Joachim V  1581 - 1592

Joachim VI 1593 - 1604

Doroteo V  1604 - 1611

Atanasio III  Dabbas  1611 – 1619

Nonostante  Atanasio I  ( 337-340) non venga generalmente riportato nelle cronotassi come Patriarca viene però considerato nella numerazione dei Patriarchi con questo nome ,altrimenti Atanasio Dabbas dovrebbe essere II.

Ignazio III Attiyah  1619 – 1631

1626 Gesuiti e Cappuccini iniziano a operare nell'area.

1629 Giovan Battista Pamphili,  Patriarca latino di Antiochia (titolare) diventa Papa Innocenzo X.

Eutimio III  1635 - 1636
Eutimio IV  1636 - 1648

Michele VII  Zaim  1648 – 1672

In realtà VI

Neofito I 1674 - 1684

Atanasio IV Dabbas  1686 - 1694

Nonostante  Atanasio I  ( 337-340) non venga generalmente riportato nelle cronotassi come Patriarca viene però considerato nella numerazione dei Patriarchi con questo nome ,altrimenti Atanasio Dabbas dovrebbe essere III.

Cirillo III Zaim  1694 – 1720

Non so perché riportato VI . Nelle varie cronologie generalmente non trovo un Cirillo II nè IV, trovo Cirillo Zaim riportato come III o V.

1709 Il  Patriarca viene convinto ,da Gesuiti e Cappuccini ,a  riconoscere  l'autorità del Papa.

Atanasio IV Dabbas  1720 – 1724

Nonostante  Atanasio I  ( 337-340) non venga generalmente riportato nelle cronotassi come Patriarca viene però considerato nella numerazione dei Patriarchi con questo nome ,altrimenti Atanasio Dabbas dovrebbe essere III.

1724 Muore il Patriarca Atanasio. Elezione di Cirillo VI Thanas che passa all'obbedienza romana e fugge in Libano. La fazione pro-bizantina elegge Silvestro. Inizia lo scisma anche patriarcale tra la Chiesa cattolica greco-melkita e il Patriarcato greco-ortodosso.

 

Torna a Cronologia :Chiesa Cattolica Maronita Chiesa Cattolica Greco-Melkita, Patriarcato Greco-Ortodosso di Antiochia 

DISCLAIMER

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni,che si prega di Segnalare.

Data creazione e successivi aggiornamenti e/o correzioni: novembre 2002, novembre 2004, aprile 2009