Torna a Patriarcato di Mosca

Diocesi di Vilnius e  Lituania

#Introduzione

#Link

#Primate

#Cronologia

Atlante

Introduzione

Il Patriarcato di Mosca ,dopo la caduta del regime sovietico e l'acquisizione dell'indipendenza da parte delle Repubbliche ex sovietiche  ha accordato alla Chiesa Ortodossa Ucraina uno status di autonomia, alle Chiese in Lettonia ,in Estonia ,in Moldavia uno status di autogoverno (meno netto del precedente),alla Chiesa in Bielorussia uno status di tipo esarchiale (una autonomia meno netta delle precedenti). Ciò non è avvenuto in Lituania . Alla diocesi di Vilnius e Lituania viene perciò dedicata questa pagina non in virtù di  un particolare grado di autonomia ma solo al fine di poter trattare di una Chiesa cui in passato è stato accordato uno status di autonomia o di autocefalia.

I fedeli ortodossi lituani sono circa 150.000 e sono secondi ,per numero, solo alla Chiesa Cattolica.

Link

Sito della Chiesa

Primate

S.Em. Innocenzo, Metropolita di Vilnius e Lituania, è ( difatti, non formalmente) l'attuale Primate. S. Em. è nato nel 1947, viene ordinato sacerdote nel 1981 e consacrato vescovo nel 1992. Per la cronotassi vedi in cronologia.

Cronologia e cronotassi dei Vescovi di Vilnius e Lituania

Cronologia della Chiesa Slava Orientale

Cronologia della Chiesa Ucraina

Cronologia della Chiesa Ortodossa in Ucraina

 

Per la cronotassi della Metropolia Autocefala di Lituania nel periodo medioevale vedi in Chiesa ortodossa Ucraina.

1791 viene unilateralmente ripristinata la Metropolia di Lituania cui però le incalzanti divisioni della Polonia pongono quasi subito termine.

1795 terza spartizione: tutta la Bielorussia e la Lituania e la Volinia passano alla Russia.

1812 durante il breve periodo del napoleonico Granducato di Lituania viene unilateralmente  reinstaurata la  Chiesa Ortodossa Autocefala di Lituania.

Giosafat (Vescovo -cattolico- di Vilnius 1828-33)

1828 La Chiesa Greco-Cattolica Ucraina crea Giosafat Bulgak Vescovo di Vilnius.

Giuseppe (1833 - 68 )

1839 La Chiesa Greco-Cattolica Ucraina viene soppressa nell'Ucraina e nella Bielorussia Russe. I Vescovi Cattolici di rito bizantino Giuseppe Shemanko e il suo vicario Antonio Zubko e Vasiliy Luzhinskiy (vescovo di Polotsk?)  firmano a Polotsk un atto di unione alla Chiesa Ortodossa.

Macario (1868 - 79 )

Alessandro (1879 - 85 )

Alessio (1885 - 90 )

Donato (1890 - 94 )

Geronimo (1894 - 98 )

Giovenale (1898 - 1904 )

Nicandro (1904 - 10 )

Agatangelo (1910 - 13 )

Tichon  (1913- 17 )

1918 Estonia,Lettonia, e Lituania proclamano l'indipendenza.

Eleuterio (1921 - 40) (dal 1917 locum tenens)

1919 La Chiesa Ortodossa Lituana accede all'autonomia sotto le dipendenze di Costantinopoli.

Teodosio (Feodosiev) (1923 - 1939) . Vescovo della diocesi di Vilnius della Chiesa Ortodossa Autocefala di Polonia.

1940 La Russia occupa gli Stati Baltici.

Sergio (1941 – 44, anche  Esarca dell’area baltica ) .Danilo (locum tenens ? 1944 )  

1941 Riunificazione con  la Chiesa Russa che stabilisce un Esarcato per gli Ortodossi degli Stati  Baltici con sede a Vilnius.

Cornelio (1945 - 48)

1945 Viene formalmente meno l'autonomia concessa da Costantinopoli.

Fozio (1948 - 51)

Filarete (locum tenens ? 1951 - 1955)

Alessio II (1956 – 59; locum tenens ? 1955 - 1956 )

Giovanni (locum tenens ? 1959)

Romano (1959 - 63)

Antonio (1963 - 71)

Germogene (1971 - 72)

Anatolio (1972 - 74)

Germano (1974 - 78)

Vittorio (1978 - 89)

 Antonio II (1989 - 90)

Crisostomo (1990 –2010)

1991 Caduta dell'Unione Sovietica .Gli Stati Baltici ristabiliscono l'indipendenza.

1992 Alle Chiese Ortodosse di Lettonia ed Estonia  viene concesso uno status di autogoverno, ciò non avviene per la Lituania.

Innocenzo (2010-)

 

DISCLAIMER

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni,che si prega di Segnalare.

Giurisdizioni Legenda Chiese Cattoliche Chiese Ortodosse   Chiese non Calcedonesi  Chiese Anglicane Chiese Protestanti Altre Chiese

Ultimo aggiornamento:maggio 2006, luglio 2007, febbraio 2016