Questa pagina può essere ripubblicata in tutto o in parte secondo le regole di Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License. E’ sufficiente fare presente l’opera da cui è  tratta (“Atlante della Chiesa”)   linkandola   o riportandone  l’URL  (http://atlasofchurch.altervista.it) .

Torna a Patriarcato di Mosca

Chiesa Ortodossa di Bielorussia (Esarcato di Bielorussia)       

#Introduzione

#Link

#Primate

#Cronologia

Atlante

Introduzione

Il Patriarcato di Mosca ,dopo la caduta del regime sovietico e l'acquisizione dell'indipendenza della Bielorussia, ha accordato alla Chiesa Ortodossa in Bielorussia uno status di autonomia .Tale autonomia è diversa (l'Esarcato ha un proprio Sinodo ma con minori poteri e i Vescovi vengono eletti dal S.Sinodo del Patriarcato) da quella delle Chiese di Estonia,Lettonia e Moldavia:essa è di tipo esarchiale ,tuttavia a tale Esarcato è concesso il titolo di Chiesa (Vedi statuto della Chiesa Russa in http://orthodoxeurope.org/).

Il 60% della popolazione bielorussa si professa ortodossa.

Link

Esarcato di Bielorussia

Primate

S.B. Paolo (al secolo Giorgio Ponomarev) ,Metropolita di Minsk e  Zaslauie, Esarca Patriarcale di tutta la Bielorussia, membro permanente del S.Sinodo della Chiesa Ortodossa Russa . S. B. è nato a Karaganda nel 1952, viene ordinato sacerdote nel 1978 e consacrato vescovo nel 1992.

Foto nel sito dell'Esarcato

Cronotassi: vedi in cronologia

Cronologia

Cronologia della Chiesa Slava Orientale

Cronologia della Chiesa Ucraina

Cronologia della Chiesa Ortodossa in Ucraina

Cronologia della Chiesa Ortodossa in Bielorussia e cronotassi degli arcivescovi di Minsk.

Vittorio (Sadkovskiy) (1793 - 96) Arcivescovo  di Minsk e Lituania

1793 2°spartizione della Polonia: la metà orientale della Bielorussia e quasi tutta l'Ucraina  passano ai Russi.

1795 terza spartizione:tutta la Bielorussia e la Lituania e la Volinia passano alla Russia.

Giobbe (Potemkin) (1796 - 1812)

Serafim (Glagolevskiy) (1812 - 32)

1812 Durante il breve periodo del napoleonico Granducato di Lituania (nella regione di pertinenza di questo) viene unilateralmente  reinstaurata la  Chiesa Ortodossa Autocefala di Lituania . Ritiratisi i Francesi questa esperienza viene subito meno e l'Arcivescovo di Mogilev  Varlaam (Shyshacki) viene isolato in un monastero.

Anatolio (Maksimovich) (1816 - 32)

Eugenio (Bazhanov) (1832 - 34)

Nicanore (Klement'evskiy) (1834 - 1840) dal 1839 Arcivescovo  di Minsk e Turov

1839 La Chiesa Greco-Cattolica Ucraina viene soppressa nell'Ucraina e nella Bielorussia Russe. I Vescovi Cattolici di rito bizantino Antonius Zubko e Vasiliy Luzhinskiy firmano a Polotsk un atto di unione alla Chiesa Ortodossa.

Antonio (Zivko) (1840 - 48)

Michele (Golubovich) (1848 - 68)

Alessandro (Dobrynin) (1868 - 77)

Eugenio (Shershilov) (1877 - 80)

Barlaam (Chernyavskiy) (1880 - 89)

Simeone (Pinkov) (1889)

Michele (Temnorusov) (1899 - 29 su maggio 1912)

Mitrofane (Krasnopol'skiy) (1912 - 16)

Giorgio (Yaroshevskiy) (1916 - 19)

1918 Estonia,Lettonia,  Lituania ,Bielorussia proclamano l'indipendenza.

1919 La Chiesa Ortodossa Lituana accede all'autonomia sotto le dipendenze di Costantinopoli.

Melkhisedek (Payevskiy) (1919 - 22)

1921 La Bielorussia viene divisa tra Unione Sovietica  e Polonia.

1922 Nella sezione sovietica Mosca concede l'autonomia alla Chiesa  che però si proclama unilateralmente Chiesa Ortodossa Autocefala Bielorussa. Primo Metropolita di questa Chiesa Autocefala  è Melchisedek che verrà assassinato nel  1927. Gli succede Filarete (1927-39?) che conferma l'autocefalia.

1924 Il Patriarcato Ecumenico concede l'autocefalia alla Chiesa Ortodossa Autocefala di Polonia .Essa comprende le eparchie di Varsavia-Kholm, Volinia,Poliessia ,Grodno , Vilnius.

Arsenio (Smolenets) (1925 - 27)

Alla Chiesa Autocefala Mosca oppone un proprio Arcivescovo nella persona di Arsenio Smolenets.

Paolo (Vil'kovskiy) (1927 - 30) dal 1928 Arcivescovo di Minsk

Teofane (Semenyako) (1930 - 35)

1939 I Sovietici rioccupano la Bielorussia. Vilnius passa alla Lituania. La Chiesa Autocefala Bielorussa viene reinclusa nell'ambito di quella Russa che crea l'Esarcato dell'Ucraina Occidentale e Bielorussia   acapo del quale pone Sergio Stragorodski il quale nomina

Panteleimone (Rozhnovskiy) (1941 - 44) Arcivescovo di Minsk e Bielorussia

1942 Occupazione tedesca e nascita della Chiesa Ortodossa Autocefala Nazionale Bielorussa.

Basilio (Ratmirov) (1944 - 47)

1946 Dopo la rioccupazione sovietica anche l'autonomia che Mosca aveva concesso nel 1922 viene abolita. Alcuni vescovi fuggiti all'estero creano la Chiesa Ortodossa Autocefala Bielorussa in Esilio,altri aderiscono alla Chiesa Russa fuori dalla Russia (ROCOR).

Pitirim (Sviridov) (1947 - 59)

Houris (Yegorov) (1959 - 60)

Antonio (Krotevich) (1961)

Barlaam (Borisevich) (1961 - 63)

Nicodemo (Rotov) (1963)

Sergio (Petrov) (1963 - 65)

Antonio (Melvikov) ( 1965 - 78)

Filarete (Vacsromeev) (1978-2013) dal 1990 Arcivescovo di Minsk e Grodno, dal 1992 di Minsk e Lutsk.

1990 Il Patriarcato di Mosca concede l' autonomia di tipo esarchiale.

1991 Caduta dell'Unione Sovietica . La Bielorussia accede all'indipendenza.

Paolo (Ponomarev) (2013-)

DISCLAIMER

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni,che si prega di Segnalare.

Giurisdizioni Legenda Chiese Cattoliche Chiese Ortodosse   Chiese non Calcedonesi  Chiese Anglicane Chiese Protestanti Altre Chiese

Ultimo aggiornamento:dicembre 2002,maggio 2006, luglio 2007, febbraio 2016