Torna a Chiese Ortodosse

Chiesa Vetero-Ortodossa Russa

#Introduzione

#Link

#Primate

#Cronologia

Atlante

#[Chiesa_Vetero-Ortodossa_Slavo-Georgiana]

#[Chiesa_vetero-Ortodossa_(Sinodo_di_Apollinare)]

Introduzione

Non ho trovato  dati circa il numero di fedeli della Chiesa che ha all'incirca 75  parrocchie di cui 5 in Romania.La successione apostolica  deriva dai Vescovi Russi Nicola e Stefano.

Link

sito della Chiesa

Presentazione (in russo)

Primate

S.S. Alessandro, Patriarca di Mosca e di tutta la Russia. S.S. è nato nel 1957, è stato ordinato ieromonaco nel 1987 e consacrato vescovo nel 1996.

Foto nel sito della Chiesa

Cronologia e cronotassi degli Arcivescovi (dal 2003 Patriarchi ) di Mosca.

1551 Il Sinodo di Stoglav conferma la posizione per così dire terzo-romana di Mosca ,ammette  che possibili errori nelle traduzioni dal greco allo slavo si possano essere verificati, conferma le tradizioni liturgiche russe. Comincia  tuttavia un continuo tentativo di correzione delle traduzioni ad opera dei cosidetti Zeloti della Pietà di cui un frutto amaro sarà lo scisma dei vetero-credenti.

1654 Riforme filo-greche del Patriarca Nichon .Gli oppositori vengono perseguitati e nessun vescovo  contrario alle riforme sopravviverà .

1655 Il Vescovo Paolo di Kolomna muore martire.Nessun altro Vescovo  segue la Fede Vetero-Ritualista.

1667 Un Sinodo conferma le riforme di Nikon (nonostante Costantinopoli abbia fatto presente che gli antichi errori di traduzione non hanno intaccato la bontà della Fede) , revoca i tratti tolleranti del Sinodo di Stoglav(del 1551), scomunica i Vetero-Credenti nei confronti dei quali inizia una feroce persecuzione. Comincia a diventare popolare la posizione dei “Bezpopovtsy” che vede nella Chiesa di Stato l'Anticristo ,cosa che porterà a forme diverse di negazione del sacerdozio e dei sacramenti.

1682 Muore martire l'Arciprete Avvakum principale leader del movimento vetero-credente.

1735 Preoccupati dai continui esodi dei Vetero-Credenti fuori dai confini dell'Impero gli Zar cominciano a correre ai ripari fino a riportare con la forza 13.000 fedeli che avevano passato il confine polacco.

1785 Caterina II toglie le ingiuste tasse a cui i suoi predecessori avevano sottoposto i Vetero-Ritualisti e ripristina i diritti civili .Alcuni Vescovi della Chiesa di Russia cominciano ad accettare nelle proprie Chiese fedeli Vetero-Ritualisti (tale relazione è detta relazione Edinovertsy). Il Patriarcato Ecumenico più tardi ordina alcuni sacerdoti di Vecchio Rito  per i Cosacchi di Nekrasov passati alle dipendenze della Turchia.

1832 Concilio “Popovtsy” di Rogozhsk.

1846 Ambrogio ,deposto Primate di Bosnia ed ex Vescovo di Sarajevo,  abbraccia il Vecchio Rito,consacra due vescovi Vetero-Credenti  e inizia la successione apostolica della Chiesa  di  Belayakrinitsa. Non tutti i vetero-ritualisti però accettano tale gerarchia in quanto la successione apostolica che ne deriva proveniva dal solo Vescovo Ambrogio.

1905 Editto di tolleranza dello Zar Nicola II . I Vecchio-Credenti possono esprimere finalmente in maniera libera la loro Fede.

1918 Alcuni vescovi (cosidetta relazione Edinovernie) vengono consacrati nella Chiesa Russa ma vengono meno entro pochi anni durante la confusione provocata dall'avvento del comunismo.

Nicola Arcivescovo di Mosca, Saratov e tutta la Russia (1923-34)

1923 L'Arcivescovo di Saratov Nicola (Pozdeyev) passa al Vecchio Rito nella branca che non si riconosceva nella Belayakrinitsa . L'anno successivo Nicola si trasferisce a Mosca.

1929 Passa al Vecchio Rito  Stefano (Rastorguyev) vescovo di Sverdlovsk, che era stato consacrato Vescovo da vescovi iosefiti (contrari al Metropolita Sergio). Da questi due vescovi deriva la successione apostolica della Chiesa .

1934 Muore l'Arcivescovo Nicola.

Stefano (1934-37)

1937 Muore in carcere Stefano, successore di Nicola.

Michele (1938-44)
Giovanni (1944-55)
Epifanio (1955-63)

1955 La sede centrale della Chiesa si trsferisce a Samara.

Geremia (1963-69)

1963 Il centro della Chiesa viene trasferito a Novozybkov (nella provincia di Bryansk)

Paolo (1969-77)

1971 Il Patriarcato di Mosca toglie la scomunica per i Veteri-Credenti ma lo scisma non viene meno.

Barsofonio (locum tenens? 1977-79)
Gennadio (1979-96)

1988 In seguito a divergenze interne si separano due vescovi che creano la Chiesa Vetero-Ortodossa Slavo-Georgiana.

Aristarco (1996-2000)

1999 Altro scisma da parte ddi Apollinare (Dubinin) a Kursk supportato dal vescovo Yevmeniy di Romania

Alessandro (2000- dal 2003 Patriarca di Mosca e tutta la Russia)

2000 La sede centrale della Chiesa ritorna a Mosca.

2003 L'Arcivescovo Alessandro assume il titolo di Patriarca e il centro della Chiesa viene trasferito a Mosca.

2006 Eumenio di Romania ritorna alla Chiesa Vetero-Ortodossa di Russia.

2009 Viene meno lo scisma con la Chiesa Vetero-Ortodossa Slavo-Georgiana cui viene riconosciuta l’Autocefalia. Al Patriarca di Mosca spetta il Primato d’onore.

2016 Apollinare ritorna alla Chiesa Vetero-Ortodossa Russa come semplice ieromonaco ma lo scisma da lui iniziato in parte continua a sussistere.

[Chiesa Vetero-Ortodossa Slavo-Georgiana]

Nel 1988 due vescovi (Flaviano e Leonzio) si staccano dalla Chiesa Vetero-Ortodossa Russa (cui ritorneranno nel 1990) in seguito a divergenze interne . Da essi derivano la successione apostolica gli attuali vescovi della Chiesa . Nel  2001   divergenze sono sopravvenute  tra i Vescovi Giovanni di Tiblisi e Paolo di Poti tra i quali viene meno la comunione. Nel 2003 ,alla morte di Giovanni, Paolo di Poti si dichiara vescovo di Tiblisi in opposizione a Sava (successore di Giovanni) cui è rimasta solo una piccola comunità . Nel 2009 è venuto meno lo scisma con la Chiesa Vetero-Ortodossa Russa (al cui Patriarca spetta il primato d’onore) che ha riconosciuto l’autocefalia alla  Chiesa Slavo-Georgiana.

[Chiesa Vetero-Ortodossa (Sinodo di Apollinare)]

Divergenze con il proprio Vescovo Leone di Kursk hanno portato il sacerdote Apollinare Dubinin a separarsi nel 1999 dalla Chiesa Vetero-Ortodossa Russa , in ciò supportato dal Vescovo di Tulcea e Romania Yevmeniy Titov che si separa dalla Chiesa Vetro-Ortodossa Russa , consacra Apollinare Vescovo di Kursk creando così il nuovo Sinodo. Nel 2003 Yevmeniy viene elevato ad Arcivescovo  ma nel 2006  Yevmeniy   ritorna  alla Chiesa Vetero-Ortodossa di Russia .Nel 2016 anche Apollinare (come semplice ieromonaco) ritorna alla Chiesa d'origine ma il suo scisma continua a sussistere con a capo , verosimilmente, il vescovo Giona Igrushkin di Azov e Mar Nero . La chiesa ha una dozzina di parrocchie.

DISCLAIMER

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni,che si prega di Segnalare.

Giurisdizioni Legenda Chiese Cattoliche Chiese Ortodosse   Chiese non Calcedonesi  Chiese Anglicane Chiese Protestanti Altre Chiese

Data creazione e successivi aggiornamenti e/o correzioni:agosto 2005, luglio 2006, dicembre 2007, giugno 2009, gennaio 2017