Torna a Patriarcato di Romania

Metropolia Autonoma di Bessarabia

#Introduzione

#Link

#Primate

#Cronologia

Atlante

Introduzione

La quasi totalità della popolazione moldava (circa 5 milioni di abitanti ) è ortodossa.I fedeli che si riconoscono nella giurisdizione  del Patriarcato di Romania sono circa 2 milioni. Un contenzioso giurisdizionale oppone Mosca a Bucarest . Nel 1993 il Patriarcato di Romania decise il ristabilimento della propria giurisdizione in Bucovina (inclusa nella Metropolia di Moldavia e Bucovina) e in Bessarabia (l'attuale stato indipendente di Moldavia che venne a costituire l'attuale Metropolia di Bessarabia) . Il Patriarcato di Mosca  non riconosce tali giurisdizioni e continua a mantenere le proprie.

Link

I link sottoriportati non sono relativi alla Chiesa qui trattata ma si riferiscono a siti dove si possono trovare notizie  relative all'argomento di questa pagina .

Patriarcato di Russia

Chiesa Ortodossa Rumena

echr.coe-Bessarabia Churchepress

prcenter.newmail_moldovan_situation

Primate

S.Em. Pedru Paduraru ,Metropolita di Kishinev .

Cronologia e cronotassi

Anteriormente al 1912 vedi cronologia della Chiesa di Romania.

1812 Parte della Moldavia  passa alla Russia .Viene qui creata la Metropolia di Kishinev dipendente dalla Chiesa Ortodossa Russa.Dopo Gabriele i suoi vescovi sono russi. Per la cronotassi vedi Metropolia di Kishinev del Patriarcato di Mosca

1858 Dopo la Guerra di Crimea le foci del Danubio ritornano alla Turchia e dal punto di vista ecclesiastico aggregate alla diocesi romena di Dunarei de Jos.

Nicodim Metropolia di Kishinev (1918-20 e 1936-37)

1914 - 1918 prima guerra mondiale .Annessione alla Romania di Transilvania, Bessarabia e Bucovina. La diocesi di Kishinev passa alla Chiesa Ortodossa Romena e viene elevata a Metropolia (Chiesa Metropolitana di Bessarabia e Hotin)

Gurie (1920-36)

Crisogono (1932 )


1923 La Metropolia viene riorganizzata in due diocesi (Cetatea-Alba e Balta)

1927 Viene riorganizzato il seminario.

1928 Di nuovo Kishinev diventa Metropolia.

1932 La Chiesa Russa crea Vescovo Crisogono per la diocesi di Kishinev. Ma il tentativo di riorganizzare la diocesi russa non ha seguito.

1936 Nicodim Munteanu ritorna per un breve periodo alla guida della diocesi.
Cosma (Petrovici) (1937-38)
Efrem (Enachescu) (1938-44)

Alessio (1941 - 42 )

1941 La Chiesa Russa prova a riappropriarsi della diocesi e crea vescovo Alessio. Il tentativo avrà pieno successo in seguito all’annessione della regione da parte dell’Unione Sovietica alla fine della guerra.
Geronimo (1944 - 47 )

1945 La Chiesa Ortodossa in Moldavia,in seguito alla conquista sovietica di questa regione, entra a far parte della Chiesa Ortodossa Russa.Per la successiva cronologia vedi in Metropolia di Kishinev del Patriarcato di Mosca

Pietro (1992-)

1991 Caduta dell'Unione Sovietica . La Moldova accede all'indipendenza.

1992 Mosca concede un' autonomia di tipo esarchiale . Il  Patriarcato di Romania ristabilisce l'antica Metropolia di Bessarabia con a capèo Pedru Paduraru già vescovo di Balti.La divisione diventa inevitabile. Il governo riconosce solo la giurisdizione fedele a Mosca.

2001 La Corte Europea per i diritti umani condanna la Moldova che si rifiuta di riconoscere la giurisdizione del Patriarcato di Romania.

2004 Il Governo Moldavo legalizza la Chiesa Ortodossa di Bessarabia dipendente dal Patriarcato di Romania riconoscendola come legittimo successore della Metropolia di Bessarabia e Hotin.

2005 Il S.Sinodo di Romania riconosce alla Metropolia il rango di Esarcato (in pratica l'autonomia) con giurisdizione su tutta la moldova e sugli ortodossi rumeni nell'ex Unione sovietica.

 

DISCLAIMER

Si declina ogni responsabilità per eventuali errori o imprecisioni,che si prega di Segnalare.

Giurisdizioni Legenda Chiese Cattoliche Chiese Ortodosse   Chiese non Calcedonesi  Chiese Anglicane Chiese Protestanti Altre Chiese

Ultimo aggiornamento:Ottobre 2004,giugno 2006, agosto 2007.